rss feed Siamo anche su Facebook Siamo anche su Youtube Ad to Google
sei in: ENEA >> HOME >> Filmati Storici >> iii conferenza mondiale sugli usi pacifici dell'energia nucleare

III Conferenza mondiale sugli usi pacifici dell'Energia Nucleare

Luogo: Ginevra
Data: 28/07/1964
Canale: Filmati Storici
Autori: CNEN

Terza conferenza mondiale sugli usi pacifici dell’energia nucleare tenutasi a Ginevra il 31-08-1964: presenza di personalità scientifiche da tutto il mondo, per l’Italia il ministro Medici, il professir C.Salvetti, l’onorevole F.M.Malfatti, il professor E.Amaldi ed il prof. A.M.Angelini.

Questo documentaro proviene dal Fondo Filmati Storici dell'ENEA, recentemente ceduto alla FONDAZIONE CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA ARCHIVIO NAZIONALE DEL CINEMA DI IMPRESA DI IVREA.

GINEVRA 1964: III^ Conferenza mondiale sugli usi pacifici dell’Energia Nucleare

La terza Conferenza Internazionale sugli usi pacifici dell’energia atomica che si è inaugurata a Ginevra il 31 agosto 1964, ha visto la partecipazione di 78 Paesi: la quasi totalità delle Nazioni Unite superando largamente il livello di partecipazione delle prime due conferenze.
La Conferenza si svolge nel grandioso Palazzo delle Nazioni ma soltanto una parte dei delegati ha trovato posto in platea, dove sono insediate le delegazioni ufficiali, così molti fra i partecipanti convenuti da tutti i continenti, seguono la cerimonia dell’inaugurazione dalle gallerie.
 Al banco della Presidenza siedono con il Segretario Generale delle Nazioni Unite U Thant, il russo Emelianoff, Presidente della Conferenza e il Capo dell’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, Ambasciatore Pier Pasquale Spinelli. Il saluto protocollare della Nazione ospitante viene espresso dal Presidente della Confederazione elvetica Von Moss.
La Delegazione italiana, che ha preso parte attiva allo svolgimento dei lavori con la presentazione di una trentina di relazioni alcune delle quali lette in assemblea plenaria, è rappresentata in assenza del Ministro Senatore Medici Presidente del CNEN, dal Professor Carlo Solvetti Vice Presidente, dall’Onorevole Franco Maria Malfatti, dal Professor Edoardo Amaldi, Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, dal Professor Arnaldo Maria Angelini, Direttore Generale dell’ENEL. Contemporaneamente alla terza Conferenza Internazionale, è stata allestita nel Palais des Espositions, una mostra scientifica alla quale hanno partecipato 18 Paesi, quelli che hanno dimostrato un impegno maggiore nel settore nucleare e che sono quindi in grado di presentare modelli e apparecchiature di alto interesse tecnologico e scientifico.
Il padiglione italiano collocato nell’atrio principale è la prima tappa obbligata della visita all’Esposizione. Con le apparecchiature del CNEN sono esposte quelle di alcune grandi industrie italiane come la FIAT e delle imprese elettroniche che sono tra le più progredite nel settore.
Al posto d’onore figura una complessa apparecchiatura denominata “Mascot 1°” si tratta di un manipolatore servocomandato costituito da una unità di comando denominata “Master” nella quale si installa l’operatore e asservita alla prima, di un’altra che esegue i movimenti. Il “Mascot” dà praticamente il benvenuto ai visitatori e li introduce nel vertiginoso mondo dell’atomo. Un’altra apparecchiatura di grande interesse è quella relativa al trattamento dei combustibili al torio, irradiati e per la rifabbricazione di nuovi combustibili di cui viene presentata una intera sezione funzionante.
Nel settore della FIAT appare tra l’altro un prototipo di elementi di combustibile per reattore ad acqua pressurizzata.
L’inaugurazione dell’esposizione scientifica ha preceduto di un giorno l’apertura della Conferenza. Il Segretario delle Nazioni Unite U Thant si è lungamente soffermato nel padiglione italiano, dove è stato ricevuto dal Vice Presidente del CNEN Professor Carlo Solvetti, dal Professor Edoardo Amaldi e da altri ricercatori del CNEN.
Mascot dà prova della sua perfetta manovrabilità consegnando al Segretario Generale dell’ONU una pubblicazione di particolare interesse. E’ il rapporto del Ministro Medici Presidente del CNEN, sullo stato della ricerca nucleare in Italia e sul programma da attuarsi nei prossimi cinque anni. Seguono con interesse l’operazione Emelianoff, l’Ambasciatore Pier Paolo Spinelli ed eminenti personalità nel campo nucleare.
Il Professor Salvetti spiega a U Thant  come è stata realizzata questa apparecchiatura modernissima della quale è ora in corso di realizzazione un modello più avanzato. Il Professor Amaldi spiega al Segretario Generale dell’ONU le caratteristiche di un nuovo acceleratore di particelle ora in corso di costruzione nei laboratori nazionali del sincrotrone a Frascati, illustrandone il modello. Dopo una sosta dinanzi all’apparecchiatura per la rifabbricazione di elementi di combustibile, il Segretario Generale dell’Onu lascia il padiglione italiano.
L’esposizione scientifica ha i suoi principali elementi di attrazione nel padiglione sovietico con un modello del rompighiaccio Lenin, in quello americano, nonché in quelli allestiti dalla Germania Federale, dalla Gran Bretagna e dalla Francia che accoppiano a una ammirevole modernità di disegno la ricchezza di documentazione di macchine e  impianti nucleari.
Il Ministro Medici, Capo della Delegazione italiana è arrivato a Ginevra, soltanto nella serata successiva all’apertura della Conferenza, a causa di inderogabili impegni di Governo.
Erano ad attendere il Ministro dell’industria, l’Onorevole Malfatti, l’Ambasciatore Vanni Darchirafi, il Professor Carlo Solvetti. Il Ministro è accompagnato dal Segretario Generale del CNEN, Dottor Giovanni Calderale. Il cordiale incontro del Ministro con gli altri esponenti del CNEN e con i rappresentanti dell’ENEL, Avvocato Vitantonio di Cagno e del Ministero degli Esteri Dottor D’Andrea, offre l’occasione per una rapida informazione sulla giornata inaugurale della Conferenza.
Mascot, dopo avere ripetuto con il Ministro Medici, l’operazione della consegna del libro esegue il montaggio e rimontaggio del complesso meccanismodi una valvola. Con uguale attenzione il Ministro che è anche Presidente del CNEN, visita gli altri settori del padiglione italiano, chiedendo ai tecnici e ai rappresentanti delle industrie tutte le necessarie delucidazioni. Il Ministro si intrattiene con  alcuni tra i responsabili della ricerca del CNEN nei settori tecnologici più progrediti.
Inizia quindi la visita agli altri padiglioni dai quali potrà trarre la documentazione del generale impegno delle Nazioni che fanno parte dell’ONU per il progresso delle applicazioni pacifiche dell’energia nucleare
E’ in questa occasione che hanno luogo interessanti e puntuali scambi di vedute tra il Senatore Medici e Glenn T. Seaborg Presidente della Commissione Atomica degli Stati Uniti d’America, il Signor Emelianoff Vice Presidente per il Comitato Sovietico per l’Energia Nucleare e un gruppo di tecnici ad alto livello del Commissariato francese dell’Energia Atomica.
Nella grande aula del Palazzo delle Nazioni, i Delegati di 78 Paesi discutono sui risultati conseguiti dalla ricerca nucleare. L’era dell’energia atomica è entrata ormai, grazie alla volontà dei ricercatori e al buonsenso dei governi in una fase nella quale le applicazioni militari sembrano cedere il campo alle applicazioni pacifiche, aprendo così la via al benessere e al progresso sociale.

Ti è piaciuto il filmato? Votalo!!!

Guarda la lista completa dei Comunicati Stampa di ENEA

Altri filmati del canale

creative commons
I contenuti di questo sito, tranne la sezione Filmati Storici, sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Versione 2.5
powered by: ENEA-UTICT ENEA-ASPRES-RES-RELPROM
La testata ENEA NEWS è registrata al Tribunale di Roma n. 306 del 18-09-2009
ambiente.tv ecoradio nuova ecologia qualenergia villaggio globale sperimentarea.tv
powered by ENEA-GRID