rss feed Siamo anche su Facebook Siamo anche su Youtube Ad to Google
sei in: ENEA >> HOME >> Clima >> verso la conferenza sul clima di copenaghen

Verso la Conferenza sul Clima di Copenaghen

Luogo: Roma
Data: 01/12/2009
Canale: Clima
Autori: C. Vinci, R. Ciardi

A Copenaghen, dal 7 al 18 dicembre, si svolgerà la quindicesima Conferenza delle Nazioni Unite sul Clima. Intervista a Vincenzo Ferrara. 

Svolta cruciale, o fallimento? In vista della prossima Conferenza di Copenaghen molti sono gli interrogativi presenti nel dibattito sui cambiamenti climatici e sullo sviluppo sostenibile del pianeta, che riguardano questioni ambientali, ma soprattutto economiche e politiche.  Abbiamo chiesto a Vincenzo Ferrara di fare il punto della situazione, a partire da quel che è successo con il Protocollo di Kyoto.

Vincenzo Ferrara (ENEA) "Per il protocollo di Kyoto ci sono dei problemi per alcuni paesi, per il raggiungimento dei propri obiettivi mentre altri paesi come x es. la Germania o la Gran Bretagna hanno non solo raggiunto i loro obiettivi ma li hanno superati e quindi possono addirittura vendere i loro crediti di emissioni e recuperare una parte di quei soldi che loro hanno investito nelle nuove tecnologie x rendere più efficiente il loro sistema o per adottare soluzioni basate sulle energie rinnovabili. In questo contesto il Protocollo di Kyoto deve essere visto addirittura come un’opportunità piuttosto che come un costo o come un onere".

L’Europa ha già dato il buon  esempio impegnandosi a ridurre le proprie emissioni con il cosiddetto piano 20 20 20, ma ancora tanti sono i problemi da risolvere per negoziare un nuovo trattato che completi e vada oltre il Protocollo di Kyoto.

Vincenzo Ferrara (ENEA) A Copenaghen non saranno assunti degli impegni legalmente vincolanti intesi come obiettivi fissati di riduzione e come impegni di tipo finanziario per aiutare i paesi in via di sviluppo per l’adattamento e la mitigazione. Sul tavolo di Copenaghen però ci sono due trattati, in realtà, uno che riguarda il quadro complessivo degli impegni da prendere sul lungo periodo e sul  breve periodo, gli impegni di tipo finanziario, le questioni tecnologiche, le questioni dell’adattamento. Parallelamente a questo c’è il Protocollo di Kyoto emendato, quello che scade nel 2012 che è stato emendato x poterne estendere la sua validità al 2020 con i nuovi obiettivi e con i nuovi meccanismi.”

L’Unione Europea è infatti fortemente  impegnata per far si che a Copenaghen si raggiunga un accordo vincolante per tutti i paesi sia dal punto di vista politico che legale, pur se mancante degli obblighi specifici per ciascun paese.
Buone notizie arrivano anche da Stati Uniti e Cina che in questi ultimi giorni hanno comunicato di voler impegnarsi a ridurre le proprie emissioni.
Se questo sarà, verrà scritta una pagina importante di storia del pianeta, non solo in termini di successo politico, ma soprattutto per quel che riguarda una svolta fondamentale per lo sviluppo sostenibile.

Ti è piaciuto il filmato? Votalo!!!

Guarda la lista completa dei Comunicati Stampa di ENEA

Altri filmati del canale

creative commons
I contenuti di questo sito, tranne la sezione Filmati Storici, sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Versione 2.5
powered by: ENEA-UTICT ENEA-ASPRES-RES-RELPROM
La testata ENEA NEWS è registrata al Tribunale di Roma n. 306 del 18-09-2009
ambiente.tv ecoradio nuova ecologia qualenergia villaggio globale sperimentarea.tv
powered by ENEA-GRID