rss feed Siamo anche su Facebook Siamo anche su Youtube Ad to Google
sei in: ENEA >> HOME >> Ambiente >> imprenditori agricoli, i nuovi custodi della biodiversita'. progetto dinamo per il molise

Imprenditori agricoli, i nuovi custodi della biodiversita'. Progetto Dinamo per il Molise

Luogo: Termoli
Data: 15/04/2010
Canale: Ambiente
Autori: R. Ciardi, C. Vinci

Per custodire la biodiversità e mettere in atto azioni di salvaguardia delle aree naturali, l’idea innovativa del progetto DINAMO è quella di rendere protagonisti gli imprenditori agricoli.

Per custodire la biodiversità e mettere in atto azioni di salvaguardia delle aree naturali, l’idea innovativa del progetto DINAMO è quella di rendere protagonisti gli imprenditori agricoli. Questo progetto triennale coinvolge soggetti pubblici e privati e prevede la messa a punto di un modello di gestione integrata di interventi per preservare, incrementare e monitorare la biodiversità nelle aree agricole e seminaturali. Sviluppato e sostenuto dal programma comunitario LIFE plus 2008, DINAMO è promosso da Università del Molise, CIA ed  ENEA.

Le azioni di conservazione previste da DINAMO verranno realizzate nel basso Molise, un territorio a vocazione agricola dove si alternano campi coltivati e un buon numero di zone naturali tra cui molte aree protette. I soggetti privati e quelli pubblici coinvolti avranno  un ruolo attivo nel progetto, come ci racconta Paola Carrabba dell’ENEA.

"Gli strumenti del Progetto Dinamo sono sostanzialmente due e sono l’Agriforum che è il momento di aggregazione di tutti coloro che partecipano al progetto e quindi sostanzialmente i partner di progetto ma anche tutti gli stakeholder che possono essere interessati alla realizzazione delle azioni di conservazione promosse da questo progetto, e la rete d’azione, che è  la rete formata dagli imprenditori agricoli che sulla base delle decisioni prese all’interno dell’Agriforum andranno poi sul territorio, in parte nelle stesse aziende agricole e in parte invece sulle aree pubbliche messe a disposizione dai comuni per realizzare queste azioni di conservazione della biodiversità

Il forum di avvio del Progetto, svolto a Termoli il 25 marzo scorso, è stata la prima occasione di confronto tra  i partner, per individuare e localizzare i siti delle azioni che prevedono: il restauro di fontanili, la collocazione di nidi artificiali per specie protette, e il recupero di sponde di fossi, laghetti e torrenti.

Si delinea in questo modo un nuovo modello di economia rurale che, oltre ad ammodernare i sistemi di produzione e le tecniche di coltivazione, si impegna a realizzare interventi di conservazione della natura.

Ti è piaciuto il filmato? Votalo!!!

Guarda la lista completa dei Comunicati Stampa di ENEA

Altri filmati del canale

creative commons
I contenuti di questo sito, tranne la sezione Filmati Storici, sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Versione 2.5
powered by: ENEA-UTICT ENEA-ASPRES-RES-RELPROM
La testata ENEA NEWS è registrata al Tribunale di Roma n. 306 del 18-09-2009
ambiente.tv ecoradio nuova ecologia qualenergia villaggio globale sperimentarea.tv
powered by ENEA-GRID