rss feed Siamo anche su Facebook Siamo anche su Youtube Ad to Google
sei in: ENEA >> HOME >> Risparmio Energetico >> secondo rapporto sull'efficienza energetica

Secondo Rapporto sull'Efficienza Energetica

Luogo: Roma
Data: 01/03/2013
Canale: Risparmio Energetico
Autori: C. Vinci e R. Ciardi

A che punto siamo con l’efficienza energetica? In Italia dove ricopre un ruolo primario nella strategia energetica nazionale è considerata un volano per  riconvertire la propria economia ad un sistema con minori emissioni di carbonio, puntando ad una crescita intelligente e sostenibile. La presentazione del Secondo Rapporto sull’Efficienza Energetica, riferito all’anno 2011, fotografa un paese che nel corso del 2010  ha migliorato di oltre un punto percentuale l’indice di efficienza energetica in tutti i settori rispetto al 2009.  Il rapporto fornisce un quadro delle misure attuate in Italia in questo settore, per facilitare il raggiungimento di numerosi obiettivi quali la crescita economica, una rinnovata e dinamica concorrenza industriale, e la creazione di posti di lavoro a livello locale. 
 
Walter Cariani, ENEA
“Si, credo che in linea generale il risultato abbia confermato il buon posizionamento dell’efficienza energetica in Italia; questo a dimostrazione del fatto che le politiche di efficienza energetica messe in atto negli ultimi anni hanno prodotto i loro effetti. Ma nonostante il molto fatto c’è ancora molto da fare, ci sono potenziali di risparmio notevoli che vanno sfruttati diciamo così per raggiungere obiettivi di carattere sociale che vuol dire occupazionale di carattere ambientale con riduzione delle emissione e anche a supporto della competitività del sistema produttivo nazionale delle imprese”.
 Tra le esperienze di successo dell’Italia, il sistema dei certificati bianchi si è guadagnato un ruolo di rispetto, contribuendo in maniera importante a determinare il successo dei meccanismi di incentivazione e garantendo notevoli risparmi economici ed energetici. Ma quanto ancora si può fare per l’efficienza energetica con i Certificati Bianchi?
 
Guido Bortoni, Presidente Autorità Energia Elettrica e Gas
“Beh, si può fare molto nel senso che è un meccanismo quello dei CB, (lo dicevo prima), che ha avuto di fatto due fasi dalla sua nascita a oggi. Una fase fino al 2010 in cui appunto ha coinvolto interventi diffusi presso la cittadinanza, l’edilizia, l’illuminotecnica, ecc. poi un periodo in cui ha incluso anche i risparmi di energia nel terziario e dal 2011-2012 c’è stato un incremento potente degli interventi di efficienza nell’industria, tanto è che oggi l’industria raggiunge il 30-40% della fetta complessiva degli interventi di risparmio energetico. Ora con questa terza fase che parte dal 1 gennaio 2013 con tutta la regolamentazione nuova che è stata messa in campo credo che potrà essere una terza vita importante per i certificati”. 
 
Gli strumenti ci sono e i risultati sono evidenti, ha concluso il sottosegretario del Ministero Ambiente Tullio Fanelli, occorre ora fare davvero di più e puntare su politiche più coraggiose e su grandi riforme, coinvolgendo imprenditori e industrie, nel ritrovare convenienza ad investire in Italia. E forse questo è il tempo giusto.


Autori:   C.Vinci, R. Ciardi
Data:     01/03/2013
Canale: Risparmio Energetico
 
L'Italia cresce in efficienza energetica, è quanto emerge dal Secondo Rapporto Energia e Ambiente presentato dall'ENEA in qualità di Agenzia Nazionale per l'Efficienza Energetica.  
 
  

Ti è piaciuto il filmato? Votalo!!!

Guarda la lista completa dei Comunicati Stampa di ENEA

Altri filmati del canale

creative commons
I contenuti di questo sito, tranne la sezione Filmati Storici, sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Versione 2.5
powered by: ENEA-UTICT ENEA-ASPRES-RES-RELPROM
La testata ENEA NEWS è registrata al Tribunale di Roma n. 306 del 18-09-2009
ambiente.tv ecoradio nuova ecologia qualenergia villaggio globale sperimentarea.tv
powered by ENEA-GRID