Tempo di bilanci per il 55%. Scadranno a giugno, salvo proroghe, le detrazioni fiscali per gli interventi di razionalizzazione energetica sugli edifici. Gli incentivi statali sono stati una boccata di ossigeno per l’economia con 15 miliardi di investimenti e centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro. Questi sono solo alcuni dei dati emersi durante la conferenza stampa di presentazione dell’accordo ENEA – CISL su efficienza energetica e rinnovabili. Una collaborazione che si concretizzerà nella realizzazione di studi e progetti di riconversione energetica di edifici pubblici e di riqualificazione urbana di interi complessi edilizi sui modelli di Smart City. 

Fulvio Giacomassi (CISL) “L’ENEA può dare un contributo molto prezioso perché è un ente di ricerca specializzato e l’unico che può fare, svolgere questa funzione. Significherà concretamente dare la possibilità agli edifici di riqualificarsi ma di risparmiare in termini di energia di poter fare degli investimenti nelle costruzioni, nel manifatturiero, nelle reti energetiche”. 

Temi centrali questi anche per la CISL che ha istituito al suo interno un’area dedicata alle politiche per lo sviluppo sostenibile. Con il supporto tecnico-scientifico dell’ENEA, nell’ambito della convenzione, saranno avviate inoltre attività di formazione di nuove figure professionali nel settore edilizio.
Sul fronte occupazione, uno studio ENEA - Cresme del 2010 conferma i benefici generati dall’efficienza energetica e, in particolare dalle detrazioni del 55%, come ci spiega Rino Romani dell’ENEA.

Rino Romani (ENEA) “Si mise in evidenza che gli investimenti fino ad allora attivati nell’ambito di questo meccanismo avevano creato 50mila nuovi posti di lavoro”. 

La convenzione ENEA – CISL intende dare il proprio contributo ad una più ampia diffusione dell’efficienza energetica e allo sviluppo di una filiera delle energie rinnovabili con benefici per aziende, enti e famiglie. Lo sa bene l’ENEA, che dal 2008 ricopre il ruolo di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica.

Giovanni Lelli (ENEA) “Lo scopo ultimo di questo accordo è  riuscire a risparmiare energia adoperandola efficientemente ma anche creando posti di lavoro, perché pensiamo che in questo momento ogni iniziativa deve essere anche polarizzata pensando ad una determinazione conseguente di posti di lavoro subito”.
- Eventi, attività laboratori e ricerche in video" /> Efficienza energetica e rinnovabili: accordo ENEA-CISL

rss feed Siamo anche su Facebook Siamo anche su Youtube Ad to Google
sei in: ENEA >> HOME >> Risparmio Energetico >> efficienza energetica e rinnovabili: accordo enea-cisl

Efficienza energetica e rinnovabili: accordo ENEA-CISL

Luogo: Roma
Data: 10/05/2013
Canale: Risparmio Energetico
Autori: L. Moretti, S. Marconi


Tempo di bilanci per il 55%. Scadranno a giugno, salvo proroghe, le detrazioni fiscali per gli interventi di razionalizzazione energetica sugli edifici. Gli incentivi statali sono stati una boccata di ossigeno per l’economia con 15 miliardi di investimenti e centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro. Questi sono solo alcuni dei dati emersi durante la conferenza stampa di presentazione dell’accordo ENEA – CISL su efficienza energetica e rinnovabili. Una collaborazione che si concretizzerà nella realizzazione di studi e progetti di riconversione energetica di edifici pubblici e di riqualificazione urbana di interi complessi edilizi sui modelli di Smart City. 

Fulvio Giacomassi (CISL) “L’ENEA può dare un contributo molto prezioso perché è un ente di ricerca specializzato e l’unico che può fare, svolgere questa funzione. Significherà concretamente dare la possibilità agli edifici di riqualificarsi ma di risparmiare in termini di energia di poter fare degli investimenti nelle costruzioni, nel manifatturiero, nelle reti energetiche”. 

Temi centrali questi anche per la CISL che ha istituito al suo interno un’area dedicata alle politiche per lo sviluppo sostenibile. Con il supporto tecnico-scientifico dell’ENEA, nell’ambito della convenzione, saranno avviate inoltre attività di formazione di nuove figure professionali nel settore edilizio.
Sul fronte occupazione, uno studio ENEA - Cresme del 2010 conferma i benefici generati dall’efficienza energetica e, in particolare dalle detrazioni del 55%, come ci spiega Rino Romani dell’ENEA.

Rino Romani (ENEA) “Si mise in evidenza che gli investimenti fino ad allora attivati nell’ambito di questo meccanismo avevano creato 50mila nuovi posti di lavoro”. 

La convenzione ENEA – CISL intende dare il proprio contributo ad una più ampia diffusione dell’efficienza energetica e allo sviluppo di una filiera delle energie rinnovabili con benefici per aziende, enti e famiglie. Lo sa bene l’ENEA, che dal 2008 ricopre il ruolo di Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica.

Giovanni Lelli (ENEA) “Lo scopo ultimo di questo accordo è  riuscire a risparmiare energia adoperandola efficientemente ma anche creando posti di lavoro, perché pensiamo che in questo momento ogni iniziativa deve essere anche polarizzata pensando ad una determinazione conseguente di posti di lavoro subito”.

 
ENEA e CISL hanno sottoscritto un accordo su efficienza energetica e rinnovabili che si concretizzerà nella realizzazione di studi e progetti di riconversione energetica di edifici pubblici e di riqualificazione urbana di interi complessi edilizi, sul modello Smart City. Saranno avviate inoltre attività di formazione di nuove figure professionali nel settore edilizio.

Data: 10/05/2013
Autori: L. Moretti, S. Marconi
Canale: Risparmio Energetico
 
 

Ti è piaciuto il filmato? Votalo!!!

Guarda la lista completa dei Comunicati Stampa di ENEA

Altri filmati del canale

creative commons
I contenuti di questo sito, tranne la sezione Filmati Storici, sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Versione 2.5
powered by: ENEA-UTICT ENEA-ASPRES-RES-RELPROM
La testata ENEA NEWS è registrata al Tribunale di Roma n. 306 del 18-09-2009
ambiente.tv ecoradio nuova ecologia qualenergia villaggio globale sperimentarea.tv
powered by ENEA-GRID