Orientare gli obiettivi regionali verso il modello della Green Economy con una serie di iniziative per promuovere l’occupazione e lo sviluppo economico è l’idea alla base dell’accordo firmato tra Regione Lazio ed ENEA. L’obiettivo del protocollo è la messa a punto di strumenti e tecnologie, per consentire una crescita intelligente basata su istruzione, formazione e ricerca.
La sinergia tra i due enti prevede interessanti iniziative tra cui spicca la redazione di un Piano Energetico Regionale, importante strumento per il settore della nuova economia,  come ha ribadito Fabio Refrigeri, Assessore all’Ambiente della Regione Lazio. Previste inoltre: la creazione di una rete di filiera di centri per l’innovazione tecnologica per formare aziende e dipendenti pubblici regionali; un ulteriore impulso alla Scuola delle Energie presso il centro della Casaccia, progetti di riqualificazione energetica di edifici pubblici, gestione sostenibile del ciclo delle acque e dei rifiuti.
L’ENEA mette a disposizione il suo know how di ricerca nel settore dell’energia, dell’ambiente e delle nuove tecnologie per favorire lo sviluppo economico e il settore della green economy. L’intenzione è quella di favorire atti concreti che portino sviluppo, ha sottolineato il Commissario ENEA Giovanni Lelli,  in cui è fondamentale la collaborazione tra istituzioni.
218 laboratori di ricerca, 48 enti, 6 parchi scientifici e  3 distretti tecnologici , distribuiti nel territorio regionale, costituiscono un polo scientifico di ricerca, sapere, innovazione che rappresenta un’opportunità in cui la Regione Lazio intende credere, per mettere a sistema una strategia condivisa di costruzione della ricerca a sostegno dello sviluppo.

Nicola Zingaretti, Presidente Regione Lazio
“Il primo obiettivo di questo protocollo è dare vita al piano energetico regionale, approvarlo e farlo diventare materia prima per dare lavoro e sviluppo, il secondo fatto importante è che ci rivolgiamo a ENEA, una grandissima realtà della ricerca italiana presente nel territorio del Lazio, come tanti altri centri di ricerca e poli scientifici, che collabora per il bene dei nostri cittadini della nostra regione … Il protocollo con l’ENEA è un segnale di un sistema che vogliamo costruire con un partner di primaria grandezza dal punto di vista dell’autorevolezza e della qualità della ricerca scientifica. Io lo dico sempre divisi siamo tutti più deboli, uniti come sistema, il Lazio può riprendere a guardare con ottimismo al futuro”.

- Eventi, attività laboratori e ricerche in video" /> Occupazione e sviluppo economico nell'Accordo ENEA-Regione Lazio

rss feed Siamo anche su Facebook Siamo anche su Youtube Ad to Google
sei in: ENEA >> HOME >> Energia >> occupazione e sviluppo economico nell'accordo enea-regione lazio

Occupazione e sviluppo economico nell'Accordo ENEA-Regione Lazio

Luogo:
Data: 25/11/2013
Canale: Energia
Autori: C. Vinci

Orientare gli obiettivi regionali verso il modello della Green Economy con una serie di iniziative per promuovere l’occupazione e lo sviluppo economico è l’idea alla base dell’accordo firmato tra Regione Lazio ed ENEA. L’obiettivo del protocollo è la messa a punto di strumenti e tecnologie, per consentire una crescita intelligente basata su istruzione, formazione e ricerca.
La sinergia tra i due enti prevede interessanti iniziative tra cui spicca la redazione di un Piano Energetico Regionale, importante strumento per il settore della nuova economia,  come ha ribadito Fabio Refrigeri, Assessore all’Ambiente della Regione Lazio. Previste inoltre: la creazione di una rete di filiera di centri per l’innovazione tecnologica per formare aziende e dipendenti pubblici regionali; un ulteriore impulso alla Scuola delle Energie presso il centro della Casaccia, progetti di riqualificazione energetica di edifici pubblici, gestione sostenibile del ciclo delle acque e dei rifiuti.
L’ENEA mette a disposizione il suo know how di ricerca nel settore dell’energia, dell’ambiente e delle nuove tecnologie per favorire lo sviluppo economico e il settore della green economy. L’intenzione è quella di favorire atti concreti che portino sviluppo, ha sottolineato il Commissario ENEA Giovanni Lelli,  in cui è fondamentale la collaborazione tra istituzioni.
218 laboratori di ricerca, 48 enti, 6 parchi scientifici e  3 distretti tecnologici , distribuiti nel territorio regionale, costituiscono un polo scientifico di ricerca, sapere, innovazione che rappresenta un’opportunità in cui la Regione Lazio intende credere, per mettere a sistema una strategia condivisa di costruzione della ricerca a sostegno dello sviluppo.

Nicola Zingaretti, Presidente Regione Lazio
“Il primo obiettivo di questo protocollo è dare vita al piano energetico regionale, approvarlo e farlo diventare materia prima per dare lavoro e sviluppo, il secondo fatto importante è che ci rivolgiamo a ENEA, una grandissima realtà della ricerca italiana presente nel territorio del Lazio, come tanti altri centri di ricerca e poli scientifici, che collabora per il bene dei nostri cittadini della nostra regione … Il protocollo con l’ENEA è un segnale di un sistema che vogliamo costruire con un partner di primaria grandezza dal punto di vista dell’autorevolezza e della qualità della ricerca scientifica. Io lo dico sempre divisi siamo tutti più deboli, uniti come sistema, il Lazio può riprendere a guardare con ottimismo al futuro”.

Il Piano Energetico Regionale è il primo degli obiettivi dell’Accordo firmato tra Regione Lazio ed ENEA per orientare lo sviluppo economico del territorio verso il settore della Green Economy

Data: 25/11/2013

Autori: C. Vinci

Canale: Energia

Ti è piaciuto il filmato? Votalo!!!

Guarda la lista completa dei Comunicati Stampa di ENEA

Altri filmati del canale

creative commons
I contenuti di questo sito, tranne la sezione Filmati Storici, sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Versione 2.5
powered by: ENEA-UTICT ENEA-ASPRES-RES-RELPROM
La testata ENEA NEWS è registrata al Tribunale di Roma n. 306 del 18-09-2009
ambiente.tv ecoradio nuova ecologia qualenergia villaggio globale sperimentarea.tv
powered by ENEA-GRID