rss feed Siamo anche su Facebook Siamo anche su Youtube Ad to Google
sei in: ENEA >> HOME >> Risparmio Energetico >> efficienza energetica. verso la smart city

Efficienza Energetica. Verso la Smart City

Luogo: Roma
Data: 13/02/2014
Canale: Risparmio Energetico
Autori: L. Moretti, S. Marconi, M. Maffioletti

La città. Si devono ad essa l’80% di emissioni globali di CO2 e il 75% del consumo mondiale di energia. Continua a crescere. Non accenna a fermarsi. Niente male come motore economico. Ma a quale costo?
Green Policy. Per dare ossigeno alla città. Smart Policy. Per innovarla e renderla efficiente. E’ questo l’obiettivo dello Smart Cities SET Plan, il pacchetto della Commissione Europea per l’adozione di massa delle tecnologie dell’Efficienza Energetica, verso un’economia a basse emissioni, tramite l’applicazione di soluzioni tecnologiche intelligenti.
Il risparmio economico stimato da interventi di efficientamento energetico in Italia è di circa 120 miliardi, di cui 25 per edifici residenziali. Quello energetico da interventi di automazione, controllo e monitoraggio, invece può arrivare fino al 30%, con un costo modesto e un ritorno degli investimenti stimato in 4-5 anni.
Qualcuno si è già avventurato: Torino, Bologna, Trento.
Tra le tecnologie “smart” spiccano l’illuminazione pubblica a LED, la telegestione degli impianti e l’integrazione con sistemi di sicurezza e controllo dell’ambiente urbano; la riqualificazione edilizia pubblica e privata; il teleriscaldamento, ancora poco diffuso in Italia ma con trend in crescita, che apporterebbe vantaggi ambientali ed economici sia per i consumatori che per gli operatori.
Punto di forza di questa tecnologia, la capacità di integrare fonti rinnovabili e ad alta efficienza, e consegnarle fruibili all’utente.
La transizione verso la smart city passa per le smart grid, le reti intelligenti, le tecnologie per la gestione del controllo della qualità e l’accumulo di energia. In questo settore l’Italia è leader europeo per ricerca e sperimentazione.

I sistemi di accumulo integrati in abitazioni “smart” consentono una gestione dei carichi, e dei consumi ottimale ma l’incentivazione in questo settore non ha trovato ancora concreta applicazione.
Sono 1.003 i Comuni italiani che hanno approcciato alla White Economy in edilizia: il 12,4% del totale dei Comuni italiani, per una popolazione complessiva che supera i 22 milioni di abitanti, con un incremento costante negli anni.
L’ENEA ha elaborato un indice di penetrazione delle politiche di efficienza energetica che considera: strumenti normativi e volontari e politiche di incentivazione.
Nella classifica per regioni Trentino Alto Adige, Piemonte, Emilia-Romagna, sono risultate le più virtuose.
Chiudono il Rapporto le schede di approfondimento regionale che comprendono dati sui Certificati Bianchi, sul meccanismo delle detrazioni fiscali del 55%, sui principali progetti finanziati attraverso Fondi Europei di Sviluppo Regionale, sulle nomine degli Energy Manager e, grazie alla collaborazione delle Regioni, una panoramica sulla recente evoluzione normativa.

Come motore economico la città è la principale responsabile di inquinamento e consumo incontenibile di energia. Serve una Green Policy per darle ossigeno. Una Smart Policy per innovarla e renderla efficiente. In Italia qualcuno già si sta muovendo verso questa direzione con avanzate soluzioni tecnologiche.

Autori: L. Moretti, S. Marconi, M. Maffioletti

 

Data: 13/02/2014

 

Canale: Risparmio Energetico

Ti è piaciuto il filmato? Votalo!!!

Guarda la lista completa dei Comunicati Stampa di ENEA

Altri filmati del canale

creative commons
I contenuti di questo sito, tranne la sezione Filmati Storici, sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Versione 2.5
powered by: ENEA-UTICT ENEA-ASPRES-RES-RELPROM
La testata ENEA NEWS è registrata al Tribunale di Roma n. 306 del 18-09-2009
ambiente.tv ecoradio nuova ecologia qualenergia villaggio globale sperimentarea.tv
powered by ENEA-GRID